Stan Winston, poetico creatore di mostri

Stan_Winston_jp

Stan Winston, 1946-2008 (fonte)

Oggi sarebbe stato il compleanno di Stan Winston, figura leggendaria nel mondo del cinema purtroppo scomparsa quasi dieci anni fa, e non possiamo esimerci dal ricordarlo con due righe sul nostro blog.

Se siete cresciuti con i film degli anni ‘80 e ‘90 non potete non esservi imbattuti in alcuni dei suoi più famosi (capo)lavori. Dotato di un talento e un’immaginazione fuori dal comune, Stan Winston ha iniziato negli anni ’70 a lavorare nel mondo del cinema come truccatore, arrivando nei successivi decenni a collaborare con registi del calibro di James Cameron, Steven Spielberg, Tim Burton e John Carpenter, solo per citarne alcuni, per i quali ha ideato e realizzato alcune delle creature più iconiche della storia del cinema e contribuito, con effetti speciali sempre innovativi e di altissimo livello, al successo di svariate pellicole. Per darvi un’idea, il “palmares” di Stan Winston annovera un premio Oscar per il miglior trucco e tre premi Oscar per i migliori effetti speciali. Nel dettaglio:

  • Oscar ai migliori effetti speciali nel 1987 per Aliens – Scontro finale (uuuh che fitta!)
  • Oscar al miglior trucco e ai migliori effetti speciali nel 1992 per Terminator 2 – Il giorno del giudizio (aaah che dolore!)
  • Oscar ai migliori effetti speciali nel 1994 per Jurassic Park (basta, basta! Sto troppo male!)

Si va be’ e poi?!

Il mostruoso alieno mutaforma de La Cosa? C’è il suo zampino. Lo scandalosamente celeberrimo T-800 di Terminator? Opera sua. La regina aliena di Aliens grondante bava da tutte le parti? Frutto del suo ingegno. Il cattivissimo cacciatore alieno di Predator? Che ve lo dico a fare. I dinosauri di Jurassic Park che ci hanno segnato irrimediabilmente l’infanzia? Sempre disegnati e portati in vita da Stan Winston. E la lista potrebbe andare avanti con il trucco del Pinguino interpretato da Danny DeVito in Batman – Il ritorno o quello di Johnny Depp in Edward mani di forbice, gli effetti speciali di Iron Man e quelli di A.I. Intelligenza Artificiale, e via di questo passo con decine e decine di film destinati a togliervi il sonno per intere settimane.

Oltre a sfornare vere e proprie perle da pioniere nel campo del trucco e degli effetti speciali, Stan Winston è stato anche regista e produttore. Un esempio su tutti? Il più lungo e costoso video musicale di tutti i tempi (Wikipedia), il cortometraggio “Ghosts”, scritto da Michael Jackson e Stephen King e diretto, per l’appunto, dal Maestro. Ok, ce n’è abbastanza per perdere il lume della ragione. Ricordo perfettamente quando il videoclip fu trasmesso per la prima volta da Italia 1. Non sto a descrivervi la mia reazione, fidatevi se vi dico che rimasi a dir poco esterrefatto.

Credo sia superfluo dire quanto il genio di Stan Winston, truccatore e artista degli effetti speciali (sempre Wikipedia), abbia dato al mondo del cinema. Dopo la sua morte, a soli 62 anni, la famiglia ha fondato la Stan Winston School of Character Arts “per preservare l’eredità di Stan, ispirando e promuovendo la creatività in una nuova generazione di creatori di personaggi”, come si legge sul sito internet (qui).
Un consiglio, prendetevi un po’ di tempo e fatevi un giro sulla pagina Facebook della scuola (qui). Rimarrete sbalorditi dalla quantità e dalla qualità delle creazioni che allievi o semplici dilettanti realizzano ogni giorno ispirandosi al lavoro e alla enorme eredità artistica di Stan Winston.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...