Nasce Mesedos

Con questo post, di venerdì 17 alle ore 17:00 nasce Mesedos.

Vi starete chiedendo cos’è Mesedos.
Domanda legittima, alla quale purtroppo non è semplice dare una risposta. Probabilmente la miglior spiegazione l’avreste scorrendo gli articoli di questo blog ma, per non lasciarvi sulle spine (ed evitare di giocare sporco), proveremo a descrivere in poche righe di cosa si tratta.

Mesedos è l’idea di mettere nero su bianco i contenuti di innumerevoli discorsi tra due persone con molte passioni in comune. Si parla di viaggi, di cinema e musica, di architettura e sport, di chicche e aneddoti scoperti per caso o fortemente cercati e trovati. Sempre ovviamente con lo stesso risultato: giramenti di testa, svenimenti, febbre, dolori e malessere diffuso; perdita di conoscenza, allucinazioni, secchezza delle fauci e brividi. Come avrete capito, l’iperbole è una costante del nostro modo di trattare gli argomenti e abbiamo voluto mantenerla nei nostri articoli.

Mesedos non è una cosa sola quindi, ma un mix (*) di argomenti e riflessioni, racconti e appunti.

Mesedos è lo schiaffo della malinconia che ti assale improvvisa al ricordo di un viaggio o il brivido di nostalgia che si prova ritrovando in TV (rigorosamente di sabato pomeriggio) un film cult della propria infanzia.
Mesedos è la caserma dei Ghostbusters o il ruggito del T-Rex di Jurassic Park, per dirne un paio.
Mesedos è l’aneddoto riguardante questa o quella rockstar che ascolti incredulo facendo zapping tra stazioni radio.
Mesedos è un luogo con una storia assurda alle spalle o l’incontro inaspettato con uno dei tuoi idoli.
Mesedos è tutto ciò che, per qualche oscuro motivo, arriva a toccare una corda segreta nel nostro immaginario e da lì parte la necessità di condividerlo.

Curiosità e aneddoti, esperienze e passioni, senza uno schema preciso, senza rigide regole a cui attenersi, se non una: assicurarsi di lasciare sempre una chicca in infusione per i nostri lettori.

(*) miscuglio, “mesedos” in diversi dialetti lombardi.

Annunci